LOCOMOTIVE
JAZZ FESTIVAL
#JAZZGAME

Dal 25 luglio al 4 agosto #‎JAZZGAME‬
“Come in un videogame, con l’adrenalina in circolo che ti spinge ad avanzare, livello dopo livello, siamo arrivati all’unidicesima edizione del Locomotive Jazz Festival: il livello 11.
E proprio come in un gioco, mai prendersi sul serio.

La poesia della scoperta e tutto ciò che riguarda la bellezza sono gli elementi per questo nostro gioco: sano, puro, fatto di semplicità… di musica.
Una sorta di esorcizzazione del presente attraverso il jazz, come mezzo per indicare una strada diversa che porti alla felicità.
Ci stiamo abituando ad assecondare ciò che ci circonda.
Tutto ci appare normale, vite spezzate in mare in cerca del sacrosanto diritto ad una vita dignitosa, che mai forse raggiungeranno. Madri che lasciano i propri piccoli nelle mani di sconosciuti sperando che riescano ad attraversare il Mediterraneo, bombe che esplodono in qualsiasi parte del mondo, una guerra senza fine quella dei nostri giorni.

Friedrich Nietzsche diceva: <<Senza musica la vita sarebbe un errore>>;
è da questa frase che il Locomotive 2016 vuole ripartire.

La creazione artistica del manifesto di questa edizione realizzata dalle illustrazioni di Francesco Cuna e la grafica di Alessandro Sicuro indica un tema attuale, una delle immagini che tutti i giorni siamo abituati a vedere sui giornali e in tv.
Ma la guerra che vogliamo è quella fatta di suoni, di colori, una guerra “altra”, una guerra che non fa male, proprio come in un gioco. La guerra della bellezza, dove i giovani, l’ ambiente il territorio pugliese sono i protagonisti.
Buon Locomotive a tutti!”.

Raffaele Casarano
Direttore Artistico LJF